Fondazione
Arnaldo Pomodoro, Milano

 

Rotante primo sezionale n. 1, 1966
bronzo
ø 80 cm

La Fondazione

La Fondazione Arnaldo Pomodoro nasce il 7 aprile del 1995 per volere di Arnaldo Pomodoro, con lo scopo di garantire la corretta conservazione e informazione di tutte le sue opere, nonché di promuovere ricerche e momenti di confronto intorno ai temi e alle figure più rilevanti dell'avanguardia contemporanea.

La Fondazione cura e gestisce l'Archivio dell'artista, che ne documenta l'opera e la vita, e opera secondo la volontà di Arnaldo Pomodoro di creare una "Casa della scultura": un luogo aperto alla rilettura dell'arte del Novecento e alla creatività dei giovani artisti, uno spazio collettivo di esperienza viva per tutti coloro che amano l'arte.

 

I vantaggi delle catalogazione online

  • progressività della pubblicazione dei dati, per sezioni o gruppi di materiali con massima tempestività e fruibilità;
  • possibilità di aggiornamento continuo e assoluta precisione scientifica;
  • facilità, velocità e precisione nella ricerca e nell’identificazione di singole opere e di gruppi di opere secondo chiavi diverse;
  • possibilità di un ampio spazio dedicato alla documentazione fotografica e bibliografica delle opere, con un vasto repertorio di documenti storici – cataloghi, saggi, recensioni – anche di difficile reperimento;
  • valorizzazione degli straordinari fondi cartacei e fotografici posseduti dall’archivio dell'artista.

Grazie ai sistemi digitali di OFFICINEBIT.CH, l'archivio Arnaldo Pomodoro assieme alla Fondazione hanno dato avvio alla pubblicazione del Catalogue Raisonné online.

Il Catalogue Raisonné Online

A dieci anni dalla pubblicazione del Catalogo ragionato della scultura in versione cartacea (Skira 2007), l’attività di archiviazione complessiva di tutta l’opera di Pomodoro si è trasformata in un progetto in progress che, a partire dalla scultura, intende documentare tutti gli aspetti della sua attività: disegni, multipli, gioielli, grafiche, studi progettuali, arti applicate e progetti scenici.

Tutte le informazioni acquisite dall’archivio già in sede della prima catalogazione, unite ai dati emersi dal 2007 in poi, oltre alla documentazione degli altri filoni di ricerca, sono destinati ad una pubblicazione online, perfetta per poter dar conto in modo aperto e problematicamente vivo della ricchezza e della complessità dell’opera di Pomodoro.

Archivio e Fondazione
(di Bitta Leonetti)

L’archivio e la Fondazione Arnaldo Pomodoro (FAP) sono due entità autonome ma strettamente interconnesse. Fin dalla sua nascita la FAP si è occupata dell’archivio svolgendo un’azione di comunicazione e promozione verso l’esterno e di collegamento con il pubblico. Da qualche anno ne cura direttamente la gestione. Negli ultimi anni il lavoro si è sviluppato da un lato nella ricerca di adeguate modalità di conservazione dei diversi materiali e, dall’altro, nel costante rapporto con altri archivi e fondazioni per lo scambio di documenti e informazioni e per il confronto delle rispettive esperienze sulle problematiche comuni.

Un gestionale per ogni esigenza

L'applicazione database serve anche alla Fondazione per gestire la sua collezione di opere d'arte, costantemente in crescita, che include lavori e progetti degli artisti che collaborano con la Fondazione stessa.


La Fondazione

Lo spazio espositivo della Fondazione Arnaldo Pomodoro


Il Catalogue Raisonné "in tasca"

La gestione dei dati si basa su un programma articolato e altamente personalizzato in Claris Filemaker Pro, che comunica con una applicazione web predisposta per riceverne i dati selezionati: questo consente di avere un'interfaccia di facile fruizione per tutti gli utenti, direttamente dal browser del proprio smartphone o computer.


Un progetto pluriennale

Il progetto del Catalogue Raisonné, condotto dalla Fondazione Arnaldo Pomodoro, prevede uno sviluppo pluriennale, affidato allo storico staff di studio dell’Archivio Pomodoro con il coordinamento scientifico dell'artista stesso, in continuità con il catalogo ragionato della scultura.



Fondazione
Piero Manzoni, Milano
Archivio dell'opera di Piero Manzoni
Fondazione
Rolla.info, Bruzzella (Mendrisio)
Associazione culturale
Viafarini, Milano
Spazio indipendente per l’arte contemporanea
Associazione culturale
Mimmo Rotella, Milano
Mimmo Rotella Institute
Fondazione
De Pietri - Artphilein Foundation, Vaduz, Lugano
Fondazione
Ursula & Gunter Böhmer, Collina d'Oro (Lugano)
Archivio dell'opera di Gunter Böhmer
Fondazione
Enrico Castellani, Milano
Archivio dell'opera di Enrico Castellani
Archivio dell'opera di
Marion Baruch, Gallarate (Varese)
Archivio dell'opera di
Livio Bernasconi, Carona (Lugano)
Fondazione
Erich Lindenberg Art Foundation, Porza (Lugano)
Archivio dell'opera di Erich Lindenberg
Collezione
Banca Monte dei Paschi, Siena
Archivio
K10 - Archivs, Lugano
Martin Kunz, Kunzarchive
Fondazione
Aldo Rossi, Milano
Archivio dell'opera di Aldo Rossi
Collezione
PanzaCollection, Mendrisio
Archivio della collezione di Giuseppe e Giovanna Panza
Archivio dell'opera di
Arnaldo Pomodoro, Milano
Archiviazione dell'opera di
Aldo Mondino, Milano
Archiviazione dell'opera di
Aligi Sassu, Monza
Archivio dell'opera di
Bruno Di Bello, Milano
Fondazione
Marconi, Milano
Archivio dell'attività espositiva dello Studio Marconi
Archivio dell'opera di
Luciano Bartolini, Milano
Archivio dell'opera di
Giuseppe Uncini, Perugia
Fondazione
Baruchello, Roma

Archivio dell'opera di Gianfranco Baruchello